La corretta spaziatura delle lampade delle piante

Molti clienti non sono sicuri di quanto in alto debba stare un Grow LED sopra le piante. Invece di presentarvi una semplice specifica centimetrica, diamo un'occhiata più da vicino a questo argomento. Ma non preoccupatevi - sono ovviamente disponibili anche consigli concreti.
Distanza dalle lampade dell'impianto
Condividi questo articolo

La maggior parte dei giardinieri indoor prima o poi si chiede cosa considerare quando si distanziano correttamente le luci delle piante. In questo post, spieghiamo come appendere i Grow LED, quali sono le conseguenze di un'altezza impropria e, infine, mostriamo come determinare la corretta spaziatura.

Regole generali per la sospensione delle lampade di crescita a LED

Come appendere lampade per piante?

Per la maggior parte delle applicazioni, i comuni cricchetti a cavo con moschettoni si sono dimostrati validi. Il setup del LED può essere regolato in pochi semplici passi usando il cavo di trazione. In questo modo, il giardiniere rimane flessibile e può regolare l'altezza della lampada durante tutta la crescita e il ciclo di vita delle piante.

I tipici "Grow Hanger" o "Rope Ratchets" in tessuto di nylon sono ok e possono portare grandi carichi. Tuttavia, bisogna assicurarsi di scegliere un prodotto con moschettoni in metallo, nelle offerte più economiche di solito si trovano semplici ganci di plastica. Anche il bloccaggio della puleggia può differire significativamente nella qualità.

Suggerimento professionale: abbiamo incluso una valida alternativa nel nostro negozio: Appendino Fyto sono fatti interamente di cavi d'acciaio e hanno un meccanismo di chiusura semplice ma affidabile, anch'esso fatto interamente di metallo.

Errori tipici nella spaziatura delle lampade delle piante

Le piante possono crescere in una vasta gamma di condizioni di illuminazione. Di solito qualche centimetro in più o in meno di distanza non fa una grande differenza, ma poiché nella coltivazione indoor si possono controllare tutti i parametri ambientali, si dovrebbe anche cercare di ottenere il massimo.

Cominciamo con le cose da evitare a tutti i costi:

Distanza troppo alta dalle piante

In passato, quando le lampade dimmerabili per piante erano ancora rare, la distanza tra le lampade era usata per regolare l'intensità della radiazione fotosinteticamente attiva (PAR) sulla zona coltivata. Più lontano è la lampada, più bassi sono i valori di PPFD sotto la lampada. Questo è in parte perché il cono di luce si diffonde di più, e in parte a causa delle perdite di riflessione (o di dispersione se lo spazio di crescita non è chiuso). Questo metodo di "oscuramento" non è quindi raccomandato perché si spreca energia preziosa.

L'effetto negativo per le piante quando sono poste troppo in alto, è legato all'intensità. Possono mostrare una crescita esorbitante in lunghezza, chiamata "vergeilen", che si nota da un forte aumento della distanza tra i nodi. Le piante sono geneticamente predisposte a superare le piante vicine se la luce del sole è insufficiente.

Vantaggi e svantaggi del posizionamento a distanza

  • Possibilmente mancanza di intensità, arrapamento e basso accumulo di biomassa
  • maggiore consumo di energia

  • illuminazione omogenea

lampada di prossimità della pianta

Con le tradizionali lampade a scarica di gas un grosso problema: se il NDL è posto troppo vicino, il calore irradiato causa una massiccia traspirazione. Le piante se ne accorgono subito, si bruciano. Con i LED questo problema è significativamente ridotto, ma può ancora verificarsi. Raccomandiamo di mantenere una distanza minima di 10-15 cm dove possibile. Altrimenti si raccomanda una copertura davanti alla lampada. Questo può ridurre l'aumento delle radiazioni di calore sulle piante e anche evitare che i LED siano influenzati dalle foglie che "crescono dentro". In casi estremi, potrebbero verificarsi danni ai componenti.

Una distanza troppo breve significa anche che il cono di luce può diffondersi meno. Questo significa valori di PPFD non uniformi e uno spettro mal distribuito se vengono utilizzati diversi LED. Se è prevedibile che ci sarà poco spazio sopra, preferiamo quindi lampade con molti chip LED. Questi possono essere distribuiti su tutta la superficie e possono essere alimentati con una corrente molto bassa. Questo aumenta l'efficienza, in modo che si verifichino meno perdite come calore, così come la radiazione di calore per chip LED.

Vantaggi e svantaggi del posizionamento ravvicinato

  • evaporazione spesso aumentata (problemi di VPD)
  • possibili problemi con le ustioni

  • potenzialmente il miglior rendimento energetico

La distanza ideale dalle piante

La distanza ideale dipende quindi anche dall'applicazione specifica e dalla lampada utilizzata. In particolare, la caratteristica di radiazione, cioè il cono di luce, gioca un ruolo.

Per le applicazioni in cui si illuminano grandi aree e c'è molto spazio verso l'alto, si possono usare lampade con ottiche secondarie e un angolo del fascio più stretto, sospese o montate ad una grande altezza. Qui le perdite di riflessione sono molto meno importanti e bisogna considerare fattori come un ambiente di lavoro ergonomico e la facilità di manipolazione.

Quando si coltiva in casa, due risorse in particolare sono limitate: Spazio ed energia. Pertanto, si tende ad appendere le lampade più vicino. Questo può far risparmiare spazio prezioso. Idealmente, si utilizzano LED con un fascio di 120° e senza ottiche secondarie per eliminare tutte le possibili perdite di efficienza.

Per determinare alla fine la distanza ottimale dalla lampada della pianta al baldacchino, abbiamo bisogno di analizzare la lampada in modo più dettagliato. Le mappe PAR, che mappano con precisione la distribuzione dei valori PPFD, sono adatte a questo scopo.

 

La corretta spaziatura delle lampade delle piante 1
6060_FLUXshield-Gold_HLG-150H-54B_200mm

Un FLUXshield Gold con 150 W. Può ancora illuminare molto omogeneamente un'area di 60 x 60 cm ad una distanza di soli 20 cm. Quasi nessuna perdita: 2,41 µmol/m²/J!

6060_FLUXshield-Gold_HLG-150H-54B_600mm

Ad una distanza di 60 cm, lo scudo può portare solo 640 µmol/m² sulla superficie coltivata. L'efficacia è significativamente peggiore a poco meno di 1,5 µmol/m²/a.

La corretta spaziatura delle lampade delle piante 2
8080_The-Triple Bar-FLUXengine-x6_XLG-240-M-AB_300mm

Il Triple Bar - 6 FLUXengines con 240 W. Superficie di montaggio 80 x 80 cm. Questa lampada pende a circa 30 cm sopra il baldacchino ideale ....

8080_The-Triple Bar-FLUXengine-x6_XLG-240-M-AB_200mm

.... mentre a distanze ancora più brevi (20 cm) si formano hotspot distinti sopra i 1000 µmol/m²s.

Misurazioni PPFD

Eseguiamo numerose misurazioni PPFD per ottenere una solida base di dati per l'uso produttivo ottimale dell'illuminazione degli impianti. I nostri risultati sono continuamente incorporati nello sviluppo dei prodotti e forniscono agli utenti un punto di riferimento per le loro ottimizzazioni. Gli ultimi risultati dei test sono pubblicati nel Banca dati PAR elencati.

Condividi questo articolo

Noi siamo Crescienza

L'automazione e l'illuminazione degli impianti a LED sono la nostra passione.

Insieme stiamo costruendo una comunità forte attorno alle tecnologie più interessanti per la cultura degli impianti a sistema chiuso. Unisciti a noi, è gratis!

Indice

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy di Google e Termini di servizio.