LED fai da te per la coltivazione indoor

I LED fai da te per l'illuminazione delle piante sono più popolari che mai. Una piccola panoramica su COB, Stripes e FLUXengine.
PANNOCCHIAIO LED
Condividi questo articolo

Costruire da soli le luci delle piante - DIY LED - continua ad essere in voga. Perché i LED fai-da-te sono così attraenti per l'illuminazione delle piante nella coltivazione indoor privata? Quando si parla di illuminazione per le piante, ci sono tre requisiti chiave che si sono a lungo contraddetti:

  1. Bassi costi di acquisizione, il maggior numero possibile di fotoni per Euro
  2. Una distribuzione uniforme della luce su tutta l'area di coltivazione. Questo significa che la più omogenea Valori PPFD.
  3. Efficienza. Il maggior numero possibile di fotoni per chilowattora di energia elettrica.
LED fai da te a Indoor Grow 1

Lampade a scarica ad alta intensità - NDL/HPS & Co.

Fino a pochi anni fa, le fonti di luce più popolari per l'illuminazione degli impianti interni erano le lampade a scarica di gas (NDL, MDL, ecc.), in quanto promettevano un alto rendimento luminoso a bassi costi di investimento.

Ma anche se ignoriamo il problema del calore di questo tipo di lampada, c'è un grosso problema di distribuzione uniforme della luce. Riflettori e divaricatori possono evitare i cosiddetti punti caldi solo a scapito dell'efficienza, mentre l'illuminazione ai bordi è notevolmente ridotta.

Ma queste sono già fonti di luce abbastanza all'antica, dopo tutto viviamo nell'era dei LED! Il loro unico svantaggio è che sono relativamente costosi...

FAI DA TE - LED FAI DA TE

LED fai da te a Indoor Grow 2

Ma con i diodi ad emissione di luce si può realizzare una soluzione economica, se si ha un po' di manualità. Per le lampade da impianto a LED per il fai da te ci sono diversi approcci, che presenteremo brevemente qui di seguito:

Pannello E27 come illuminazione dell'impianto

La classe entry-level assoluta nel settore del fai da te è costituita dalle lampade E27, che possono essere acquistate in qualsiasi negozio di fai da te. Poiché possono essere alimentati direttamente con la tensione di rete sulla base E27, sono considerati un'alternativa molto economica alle altre opzioni LED fai da te che richiedono un alimentatore speciale. I componenti sono estremamente facili da ottenere ed economici. Alcune semplici lampadine a LED da 7 watt sono disponibili a solo 1 €.

Per quanto questo concetto sia invitante, presenta anche alcuni svantaggi.

  • Spazio per la testa: La lampadina LED stessa è già relativamente lunga, più la base e il cablaggio, quindi bisogna fare i conti con circa 20 cm di altezza. Questo è spesso uno spazio sprecato in scatole da coltivazione strette.
  • Efficienza: La maggior parte dei produttori non dà la priorità a questo aspetto. 130-140 lm/W è il massimo che ci si può aspettare, i prodotti medi forniscono circa 100 lm/W.
  • Durata della vita: A causa della forma dell'alloggiamento, che si basa sulla lampada a incandescenza, la dissipazione del calore è spesso insufficiente. Pertanto, di solito ci si può aspettare solo 20.000 ore.

PANE

Per molto tempo, le soluzioni LED fai da te più popolari erano i COB - chip on board - che hanno il vantaggio di un cablaggio più semplice rispetto agli altrettanto efficienti LED ad alta potenza. Qui, però, i fotoni sono generati nuovamente a livello centrale e devono essere distribuiti da un'ottica adeguata, il che va fondamentalmente a scapito dell'efficienza. La potenza concentrata dei COB su un'area molto piccola richiede anche soluzioni di raffreddamento complesse.

PANNOCCHIAIO LED
Pacchetto di potenza: le COB possono funzionare ad alta potenza

I COB più popolari per l'illuminazione di piante indoor sono stati a lungo il Cree CXB3590, che può funzionare fino a 130W. Per ottenere un'emissione luminosa accettabile di ca. 2,3 µmol/J, questo chip LED viene alimentato con una bassa corrente e necessita quindi di ca. 50W.

Striscia LED

Nel frattempo la scena hobbistica si è ulteriormente sviluppata. Negli ultimi anni sono stati lanciati sul mercato sempre più spesso LED di media potenza a prezzi accessibili, che sono più efficienti e, soprattutto, forniscono una migliore distribuzione della luce. Per raggiungere questo obiettivo, il maggior numero possibile di LED dedicati è distribuito su una vasta area per ottenere un'illuminazione molto uniforme.

Nel settore hobbistico, i motori LED sono per lo più utilizzati per soluzioni di media potenza, che sono offerti dai principali produttori per soluzioni di retrofit. Queste strisce - chiamate anche Strips o Stripes - sono destinate a sostituire i tubi al neon. Diversi di loro possono essere combinati per formare un pannello, che di solito richiede solo connessioni a spina. Anche se i chip di media potenza di solito non generano molto calore di scarto, un semplice dissipatore di calore è raccomandato per un funzionamento efficiente e affidabile. Gli hobbisti intraprendenti costruiscono una griglia di semplici profili a U su cui vengono montate le strisce.

Pannello a strisce LED fai da te
Le strisce LED hanno una bassa potenza, ma distribuiscono la luce in modo eccellente

Svantaggi delle strisce LED

Si tratta di un modo efficiente e, soprattutto, economico per costruire un'illuminazione efficiente degli impianti. Tuttavia, le Stripes hanno anche degli svantaggi.

Fondamentalmente, le strisce LED non sono progettate per l'illuminazione delle piante - per raggiungere l'intensità richiesta, un gran numero di strisce deve di solito essere combinato - un groviglio di cavi è inevitabile.

Inoltre, le strisce spesso non sono ideali per la dissipazione del calore, in quanto le varianti più economiche sono di solito realizzate in FR4, una resina sintetica. Le strisce di qualità superiore si basano su PCB con nucleo in alluminio, che distribuiscono e dissipano bene il calore.

Ma ciò che in realtà può diventare un problema per i progetti LED fai da te sono le opzioni di montaggio. All'hobbista non resta che il nastro biadesivo, che ostacola ulteriormente la conduzione del calore e nel peggiore dei casi perde addirittura l'aderenza a causa dello stress termico.

Strisce LED Crescience: le FLUXstrip e le APEXstrip

Il nostro FLUXstrips e APEXstrips sono stati sviluppati per semplificare la costruzione individuale di pannelli a strisce. Il sistema modulare si basa su strisce LED lunghe 48 cm, che sono offerte in molti colori di luce e lunghezze d'onda specifiche per l'orticoltura. Le strisce sono fatte di alluminio termicamente conduttivo e hanno dei fori per il montaggio su profili scanalati con passo standard di 20 mm.

Motori a LED

Una possibile soluzione per ottenere alte prestazioni senza sacrificare l'efficienza e l'illuminazione sono i motori Grow LED. Questi moduli sono disponibili in numerose varianti. Per lo più sono dotati di numerosi LED di media potenza, come l'efficiente Samsung LM301B o il più recente LM301H.

Crescience ha il FLUXengine è stato sviluppato come una scheda LED compatta per stabilire una soluzione fai-da-te amichevole per costruire LED di crescita ad alta efficienza da soli.

Per chi apprezza la massima efficienza energetica nel sistema di illuminazione, questi motori LED sono ideali. L'FLUXengine può essere avvitato su profili scanalati standard, il che nella maggior parte dei casi evita anche l'acquisto di un dissipatore di calore separato. Con un solido PCB in alluminio spesso tre millimetri, il FLUXengine è ottimizzato per la migliore dissipazione del calore. Le dimensioni sono basate sulle dimensioni comuni per mobili e grow box, in modo che l'illuminazione ideale possa essere costruita per qualsiasi superficie.

La particolarità di questo modulo LED è che un gran numero di chip LED sono installati sulla superficie, il che significa che il FLUXengine raggiunge un'efficacia luminosa straordinariamente alta a basso carico (700-2000 mA su max. 4000 mA).

Dettaglio LED FLUXengine
Scheda a LED con LM301H - il FLUXengine in dettaglio

Crescience fornisce anche progetti di riferimento e una documentazione completa per la costruzione fai-da-te. Desideriamo tuttavia sottolineare che l'illuminazione di impianti fai-da-te è consigliata solo a professionisti qualificati.

Schede LED - FLUXshields

Schede LED come il FLUXshield stanno diventando sempre più popolari. Poiché gran parte dell'armeggio viene omesso, questi grandi moduli LED sono ideali per il fai-da-te dei LED Grow. La scheda LED può essere collegata direttamente all'alimentazione, che è quindi dotata di un cavo di alimentazione Schuko.

Per le aree più grandi, diversi di questi pannelli possono essere collegati su un telaio di profili scanalati per ottenere le prestazioni richieste. Questo può essere fatto molto rapidamente e facilmente. Pertanto, le schede LED, specialmente le FLUXshield sono la prima scelta quando si devono illuminare grandi aree in modo efficiente e a costi ottimizzati.

FLUXshield Oro 240W
Un FLUXshield Gold può illuminare aree fino a un metro quadrato. Solo due cavi devono essere collegati.

Conclusione: LED fai da te per l'illuminazione delle piante

Speriamo che questo articolo vi sia piaciuto e che vi abbia fornito una panoramica informativa sulle opzioni di illuminazione delle piante fai da te. I LED fai da te per l'illuminazione delle piante sono un'ottima alternativa ai prodotti già pronti, poiché si può ottenere un risultato migliore ad un costo inferiore. L'unico svantaggio è che bisogna essere esperti per fare il cablaggio correttamente. Se avete domande sull'argomento o sui nostri prodotti, non esitate a contattarci. Contatto record!

Condividi questo articolo

Noi siamo Crescienza

L'automazione e l'illuminazione degli impianti a LED sono la nostra passione.

Insieme stiamo costruendo una comunità forte attorno alle tecnologie più interessanti per la cultura degli impianti a sistema chiuso. Unisciti a noi, è gratis!

Indice

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applica la Privacy Policy di Google e Termini di servizio.